Menu Chiudi

ENZO D’ALÒ – PREMIO ALLA CARRIERA 2021

Il Festival Cartoon Club assegna un riconoscimento ad un autore del cinema d‘animazione che si è distinto per la propria produzione artistica.

“Abbiamo tanto bisogno di favole, ma abbiamo soprattutto bisogno di curiosità”.

Così disse Enzo D’Alò, noto regista, disegnatore, animatore famoso in tutto il mondo.
Regista, sceneggiatore e musicista, Enzo D’Alò è sinonimo di animazione autoriale. Dopo la prima formazione come musicista, dal 1983 infatti diventa regista e sceneggiatore di serie televisive e di animazione, ottenendo riconoscimenti a livello internazionale. Nato a Napoli negli anni ’50, è tra i pochi autori a livello europeo a poter vantare ben sei lungometraggi di animazione oltre a due serie tv di successo.

Stiamo parlando de La Pimpa, la simpatica cagnetta bianca a pois rossi del fumettista Altan, e di PipìPupù e Rosmarina. Un orsetto lavatore, un uccello e una coniglietta, disegnati da Annalaura Cantone, che sono alla costante ricerca del Mapà, una figura misteriosa a metà fra mamma e papà. Una sorta di Aspettando Godot per l’infanzia. Nel 1996 esordisce al cinema con la regia del film d’animazione La freccia azzurra, vincitore di due Nastri d’argento e del David di Donatello per la migliore colonna sonora, composta da Paolo Conte. L’anno successivo si dedica – in collaborazione con Osvaldo Cavandoli (autore de “La Linea”) – alla regia delle avventure della Pimpa, che vince il Premio Internazionale “Cartoon on the Bay” e viene messa in vendita in dvd.

Nel 1998 arriva un nuovo successo con la trasposizione del romanzo di Sepulveda La Gabbianella e il gatto, mentre rispettivamente del 2001 e del 2003 sono Momo alla conquista del tempo e Opopomoz.

Quasi dieci anni dopo d’Alò torna con una nuova trasposizione di un classico: il Pinocchio di Collodi, presentato nel 2012 alla Mostra del Cinema di Venezia nella sezione Giornate degli Autori. Da questa serie tv ad episodi, pensata per i più piccoli, Pipì, Pupù e Rosmarina in Il mistero delle note rapite, Enzo D’Alò ha tratto il suo ultimo lungometraggio: uscito nelle sale nel 2017. La voce narrante di Giancarlo Giannini ci porta nel vivo di una favola-giallo: un ladro ha rubato le note della composizione che deve essere suonata per il gran concerto di Ferragosto. Il compito dei tre amici è ritrovare queste note esibendosi a loro volta in spettacoli musicali. Questi spettacoli altro non sono che rivisitazioni fantasiose di opere classiche conosciutissime.

Continua a seguirci per non perdere la consegna del premio Cartoon Club 2021 alla carriera ad Enzo D’Alò.

Condividi su...